27 Settembre 2022
I TRE TRATTAMENTI PIU' RICHIESTI

COME RINGIOVANIRE CON LA MEDICINA ESTETICA

Meno rughe e più tonicità e omogeneità della pelle: questo è quello che si richiede sempre di più alla medicina estetica e i trattamenti per rispondere a queste ed altre esigenze sono tantissimi.

Uomini e donne, soprattutto quando il tempo inizia a farsi avanti con inestetismi vari qui e lì sul viso, scelgono, infatti, sempre più spesso procedure ambulatoriali che permettono di non perdere la quotidianità e assentarsi dal lavoro per lunghi periodi e ottenere risultati ottimali in poche sedute.

L’obiettivo è uno: ringiovanire. Ma quali trattamenti di medicina estetica consentono di mantenere un aspetto giovane e fresco? Come spiegato dal centro di medicina estetica AES CLINIC, i trattamenti di medicina estetica sono tanti, ma bisogno sempre tener conto dell’armonia e della naturalità estetica di ogni singolo paziente.

I TRE TRATTAMENTI PIU’ RICHIESTI

Sono tante le procedure che svolgono un’azione antiage e migliorano tono e luminosità della pelle ma oggi, ve ne suggeriamo giusto 3: si tratta di quei trattamenti che, negli ultimi anni, si sono posizionati ai primi posti tra le soluzioni medico – estetiche più ambite e richieste dagli uomini e le donne del nostro paese.

In primis troviamo il tanto amato filler a base di acido ialuronico.
C’è chi crede che questo trattamento svolga esclusivamente un’azione volumizzante e che permetta di riempire zigomi e labbra laddove vi sia una scarsa definizione. In realtà l’acido ialuronico è anche un ottimo alleato per contrastare gli inestetismi dell’invecchiamento della pelle. La sostanza oltre a idratare la cute è infiltrata in specifiche zone del nostro viso per ridurre la visibilità di rughe, ridefinire l’ovale del volto laddove si evidenzi una perdita di tono della pelle e donare alla pelle maggiore compattezza. Insomma, il filler è un trattamento indicato per più esigenze. Ma attenzione, come sempre, a chi ci si rivolge per la procedura!

A seguire, al secondo posto, tra i trattamenti di medicina estetica per il ringiovanimento del viso, abbiamo il botulino, meglio conosciuto come botox®. Per quanto infatti, siano non pochi coloro che non si fidano dei risultati che questa procedura offre, oggi il botulino è tra le più richieste soluzioni antiage. La sostanza infatti è efficace per eliminare le rughe d’espressione che caratterizzano il nostro viso, permettendo in una sola seduta di ottenere quello che possiamo definire un “effetto lifting”. Pelle più compatta, liscia e nessuna rughetta in bella vista.

Infine come terza soluzione per un ringiovanimento a 360°: la biorivitalizzazione. Il trattamento, forse meno noto dei due precedenti, è efficace sia per prevenire che per eliminare gli inestetismi dell’invecchiamento cutaneo. La biorivitalizzazione svolge infatti un’azione rigenerativa, stimolando la produzione di collagene ed elastina e allo stesso tempo rivitalizza la pelle. 

Ciò permette di migliorare tono ed elasticità cutanea ed avere allo stesso tempo una pelle sempre morbida e ben idratata. La biorivitalizzazione permette in questo modo di ridurre rughe e piccoli cedimenti cutanei e contrastare la secchezza e l’opacità della pelle. Come? Anche in questo caso si tratta di infiltrazioni ma di antiossidanti, minerali, vitamine ed aminoacidi che svolgono un’azione idratante, rigenerante e ridensificante della pelle.

IL BELLO DEL “FAST AND BEAUTY”

Adesso la domanda che ci si può porre è: perché sceglierli per ringiovanire?
Non parliamo solo di risultati naturali e armonici che questi trattamenti offrono ma anche della rapidità con cui è possibile ottenerli. Queste soluzioni antiage della medicina estetica infatti non prevedono periodi di degenza né richiedono rinunce alla propria quotidianità. Si tratta di trattamenti che potremmo definire da “pausa lavoro” in quanto le sedute hanno durata media di circa 30 minuti.

Infine, per valutare l’efficacia delle tre procedure sopra indicate, non sarà necessario attendere molto. Per il filler il risultato sarà parzialmente visibile già al termine della seduta, salvo un po’ di gonfiore nei punti di iniezione. Per il botulino invece il risultato si evidenzia dopo circa 2 – 3 giorni dalla seduta. Un po’ più di attesa caratterizza invece la biorivitalizzazione: i suoi risultati infatti saranno progressivamente evidenti.