27 Settembre 2022
Come bisogna muoversi in caso di malasanità

Come bisogna muoversi in caso di malasanità

Al giorno d’oggi basta sfogliare le pagine di qualsiasi quotidiano per leggere notizie che riguardano la malasanità. I casi di errori medici sono infatti in costante aumento, ma il nostro ordinamento giuridico offre diversi strumenti per ottenere il ristoro dei danni patiti.

Se pensi di essere stato vittima di un intervento non eseguito come ti saresti aspettato o di altro disagio fisico dopo un’operazione, è fondamentale agire senza indugio allo scopo di appurare la responsabilità medica.

Le strade da seguire sono varie ma con il supporto di un legale specializzato nel settore potrai conoscere la migliore strategia difensiva, che nel minor tempo ti permette di ricevere il giusto risarcimento.

Errori medici: cosa fare per far valere i tuoi diritti

Se la tua richiesta di risarcimento danni per errore medico non è pretestuosa e del tutto infondata, la prima cosa da fare è evitare inutili perdite di tempo. Raccogli la documentazione in tuo possesso, come ad esempio cartelle cliniche e importanti certificati, per poi prendere un appuntamento presso un legale qualificato.

A questo punto il professionista si occuperà di analizzare con grande attenzione il tuo caso che potrà trovare pronta risoluzione raggiungendo un accordo formale con la controparte. L’avvocato pertanto provvederà a scrivere una lettera di messa in mora che ha pieno valore ai fini giuridici anche per ciò che riguarda l’interruzione dei termini di prescrizione.

A questo punto il dottore e la struttura ospedaliera informeranno la compagnia di assicurazioni, così da procedere con l’apertura del sinistro. La liquidazione del risarcimento stragiudiziale è un sistema conveniente, visto che potrai lasciarti alle spalle i costi e le lungaggini di un giudizio.

Può comunque capitare che la definizione bonaria non porti a nulla di buono, per cui sarai costretto a fare causa. Anche in questo caso il legale ti seguirà un passo dopo l’altro per ottenere una sentenza favorevole e di conseguenza la liquidazione dei danni in tuo favore.

Agire contro la malasanità

L’accordo formale e l’instaurazione di un giudizio non solo le uniche alternative per poter appurare la responsabilità medica. In certe situazioni, infatti, gli errori sanitari si possono accertare anche con una consulenza tecnica preventiva oppure attraverso il giudizio di mediazione. Entrambi gli istituti ti permettono di definire il contenzioso in maniera più rapida rispetto alla normale azione legale davanti al giudice.

In caso di dubbi è bene non compiere scelte affrettate e delle quali potrai pentirti in futuro. Il consiglio è quello di affidarsi a mani esperte per agire con consapevolezza e ottenere il ristoro che meriti. A questo riguardo puoi sempre contattare un’agenzia risarcimento danni che tutelerà ad ampio raggio i tuoi interessi, visitando il link: https://www.aquiliarisarcimenti.it/ .

Questa nota agenzia opera in tutte le parti d’Italia e ha già risolto numerosi casi di malasanità con successo. Gli errori medici possono generare conseguenze più o meno importanti, come ad esempio la perdita del rapporto di parentela o della capacità lavorativa, inestetismi estetici, danni biologici e molto altro ancora. A questo riguardo basti solo pensare alle errate diagnosi prenatali oppure a una terapia sbagliata.

Per questo è bene muoversi con la massima prudenza e farsi assistere da soggetti qualificati che sapranno suggerire come agire per ricevere il giusto ristoro nel minor tempo possibile.

Si precisa inoltre che l’agenzia è formata da un team di avvocati selezionati che seguono con passione e impegno i danneggiati, chiarendo ogni aspetto della lite e tecnico. Basta solo mettersi in contatto con lo studio per descrivere il tuo caso e inviare la documentazione, attraverso la quale appurare la presenza o meno dei presupposti per procedere con l’apertura del sinistro.

Nel caso di accertata responsabilità medica, anche attraverso il supporto della perizia medico legale, si potrà avviare l’iter risarcitorio, il quale coprirà tutti i danni patiti, incluse le spese e gli oneri extra sostenuti.