28 Febbraio 2024
Guida alle aste immobiliari: come sfruttare le opportunità di investimento

Guida alle aste immobiliari: come sfruttare le opportunità di investimento

Le aste immobiliari rappresentano un’opportunità interessante per quanti desiderano fare un investimento poiché offrono una vasta gamma di proprietà a prezzi competitivi.

Anche se si tratta di occasioni vantaggiose che seguono una procedura trasparente e regolamentata, serve comunque fare attenzione per essere certi di concludere realmente un ottimo affare, senza difficoltà se non addirittura brutte sorprese.

Per spendere bene i soldi in un investimento di questo tipo, specie se si è alle prime armi, è meglio affidare il lavoro a dei veri professionisti in grado di trovare le migliori occasioni.

Scopri in questo articolo perché le aste immobiliari possono essere un’ottima opportunità e cosa serve sapere per sfruttare al meglio questa possibilità.

Cosa è bene sapere per partecipare alle aste immobiliari

Quando si parla di aste immobiliari ci si riferisce a procedure di tipo legale che hanno il fine di acquisire del credito. Questa soluzione viene solitamente adottata per il recupero di crediti tra privati o a causa di problemi di liquidità in aziende che hanno dichiarato il fallimento.

Per chi è in cerca di concludere nuovi investimenti, questa tipologia di procedura può rivelarsi un’ opportunità interessante per acquisire immobili, altrimenti economicamente inaccessibili, sfruttando la vendita forzata da parte di privati o imprese che, trovandosi in una condizione di insolvenza, hanno necessità di cedere una o più proprietà.

Spesso il bisogno di liquidità porta a svolgere il tutto con una certa urgenza proponendo immobili, anche di pregio, a prezzi vantaggiosi. Ottima condizione per chi vuole fare un investimento: attraverso le aste immobiliari è possibile infatti acquistare case, uffici, capannoni e altri tipi di beni immobili a prezzi inferiori, di circa il 30%, rispetto al corrente valore di mercato.

Tutto ha inizio con l’assegnazione di un prezzo base all’immobile, dopo un’attenta perizia. Si procede poi con:

  • L’emissione dell’ordinanza di vendita che definisce i termini e le condizioni;
  • La designazione da parte del giudice di un “custode giudiziario”, ovvero colui che ha il compito di amministrare l’immobile pignorato e tenerlo in buona conservazione fino alla vendita tramite asta;
  • L’avviso di vendita, vale a dire il documento che riporta luogo, data e orario dell’asta, il prezzo base e l’importo del rialzo minimo. Qui è indicato anche dove sorge l’immobile, il termine previsto per la presentazione delle offerte e tutte le informazioni utili per chi intende partecipare alla vendita.

Chi può partecipare alle aste immobiliari?

Non ci sono particolari limitazioni. Tutti, previa registrazione, possono partecipare alle aste immobiliari, tranne i proprietari dei beni pignorati e messi in vendita.

Serve versare un deposito cauzionale quando ci si iscrive, calcolato in percentuale rispetto al prezzo base o all’offerta che si vuole fare. Solitamente si può quantificare nel 10% ma si può arrivare anche al 15-20%.

Vediamo cosa è inoltre importante sapere quando si parla di aste immobiliari.

Le due modalità in cui si possono svolgere le aste immobiliari

Le aste immobiliari si possono svolgere in due modalità diverse. Vediamo quali sono e le caratteristiche di ciascuna.

  • Aste immobiliari senza incanto. In questo caso i partecipanti avanzano le offerte in modo privato o segreto, presentando la loro proposta all’interno di una busta sigillata. Si richiede che le offerte superino il 75% della somma iniziale e che sia versata una cauzione di almeno il 10% dell’importo offerto. Ad apertura delle buste vince, in modo definitivo, chi ha presentato l’offerta più alta. Questa è la tipologia più comune quando si parla di aste immobiliari, ma qualora non si riesca a vendere un bene in questa modalità si procede ad un’asta con incanto.
  • Aste immobiliari con incanto. I partecipanti possono fare offerte pubbliche per un immobile, proponendo prezzi crescenti. Quando per un certo periodo di tempo stabilito non ci sono più nuove offerte, l’asta si può dire conclusa e l’immobile viene dato al miglior offerente. La procedura termina però solo nel momento in cui viene pronunciato il decreto di trasferimento dell’immobile.

Se sei in cerca di fare un ottimo investimento e vuoi una consulenza, puoi cliccare qui, e affidarti all’esperienza di SAAP, un’agenzia che si occupa di aste immobiliari a Torino. Grazie al supporto di veri professionisti potrai cogliere ottime opportunità e acquistare uno o più immobili all’asta, senza pensieri e in modo molto vantaggioso, trasparente e veloce.

Esiste anche la possibilità di fare interessanti investimenti utilizzando il portale aste online. Scopriamo le modalità di partecipazione.

Aste annunci. Come orientarsi per non sbagliare online

Il luogo in cui si svolgono le aste giudiziarie solitamente è il Tribunale, ma esiste anche la possibilità di acquisto tramite un portale aste online.

Come si svolgono le vendite in via telematica?

Grazie al dm 32/2015 lo svolgimento delle aste telematiche è regolato dal punto di vista tecnico e operativo.

Il portale aste è gestito dal Ministero della Giustizia e qui è possibile cercare ciò che più interessa in base al Tribunale di competenza, alla città e al prezzo.

  • Non serve presentarsi in Tribunale, ma è indispensabile compilare quanto richiesto dal portale aste e allegare la documentazione necessaria;
  • Come avviene per le aste immobiliari in presenza, serve depositare una cauzione;
  • Al termine della gara, ai partecipanti viene data comunicazione dell’esito e chi ha avanzato l’offerta più alta si aggiudica il bene;
  • L’assegnazione definitiva avviene quando il vincitore versa il saldo e tutti gli oneri dovuti.

Le aste immobiliari sono un’ottima occasione per acquistare proprietà ad un prezzo vantaggioso. Sia che si tratti di aste tradizionali, o tramite portale aste, serve sempre però prestare attenzione e magari affidarsi a chi di competenza per avere la sicurezza di concludere un vero affare.